fbpx
giovedì , Agosto 13 2020

DJI Mavic Air 2 Ufficiale – Scopriamo Prezzi e Caratteristiche

Due anni e mezzo dopo la presentazione del primo Mavic Air, DJI annuncia il suo successore: il Mavic Air 2.
La vera novità è il sensore di immaggini, ovvero la fotocamera di questo piccolo gioiellino.
Infatti il Mavic Air 2 è il primo Mavic a registrare in 4K@60fps, inoltre elimina il Wi-Fi a favore della tecnologia proprietaria di trasmissione OccuSync di DJI, che riesce a garantire la trasmissione dei dati fino a 6Km.

DJI Mavic Air 2 Fronte
DJI Mavic Air 2 Fronte

DJI lo definisce anche come il suo drone più intelligente e sicuro di sempre. Tra le varie modalità di rilevamento della scena preprogrammate per foto, troviamo le modalità neve, alberi, erba, cieli blu, tramonti e albe. Inoltre tutte le modalità di volo autonome di DJI stanno ottenendo un aggiornamento delle prestazioni.

Caratteristiche Tecniche DJI Mavic Air 2

  • Memoria interna: 8 GB espandibile (con microSD fino a 256GB)
  • Fotocamera: 48 megapixel, 1/2”, FOV 84°, f/2.8, 24mm, gimbal a 3 assi
  • Velocità massima: 19 m/s (68,4 Km/h)
  • Distanza massima: 6 Km (CE) con OcuSync 2.0 (2,4/5,8 GHz auto-switching)
  • Batteria: 3.500 mAh
  • Autonomia: 34 minuti
  • Peso: 570 grammi

Per quanto il form factor sembra assomigliare al fratello maggiore Mavic, ma mantiene la compattezza di un Air, praticamente richiudendolo tutto, può tranquillamente essere trasportato in una piccola borsetta.

Reparto fotografico

Mavic Air 2 scatta foto a 12 megapixel combinando 4 pixel in 1, la tecnica è stata presa in prestito dagli smartphone più moderni.
E’ dotato di un sensore da 48 megapixel (8.000 x 6.000 pixel). Registra anche burst a 12 MP da 3/5/7 pose al secondo, time lapse, panorama a 180° e foto sferiche (formato JPEG e DNG per il RAW).
Un altra ottima funzione è: SmartPhoto in cui il software decide autonomamente come comportarsi in base alla situazione, scegliendo fra 3 possibilità :

  • Riconoscimento scene: 5 categorie supportate (tramonto, cielo, alberi, neve erba), con ottimizzazione automatica di colore, tono e dettagli.
  • Hyperlight: ideale in condizioni di scarsa luminosità, scatta più foto contemporaneamente e le unisce per avere un’immagine più chiara e con meno rumore.
  • HDR: 7 pose identiche vengono catturate con differenti livelli di esposizione, per ottenere un’unica immagine dall’intervallo dinamico più ampio.

I video arrivano al massimo in 4K@60fps, in full HD fino a 240fps; disponibile anche l’HDR in tutte le risoluzioni, fermo però a 30 fps.
Mavic Air 2 è anche il primo Mavic a supportare un bitrate di ben 120Mbps. È possibile anche registrare video in 8K, ma solo in modalità hyperlapse.


Modalità automatiche

DJI è famosa per le ottime modalità auto messe a disposizione, ovviamente non manca nessuno dei classichi  QuickShots visti in altri droni DJI (rocket, helix, circle, dronie, boomerang e asteroid), ma la più interessante messa a disposizione con Mavic Air 2 è sicuramente la FocusTrack, che ha al suo interno 3 modalità distinte:

  • Spotlight 2.0: blocca un soggetto al centro dell’inquadratura, lasciando il controllo dei movimenti del drone all’utente, che sarà così libero di ruotarvi attorno come vuole.
  • ActiveTrack 3.0: l’ultima versione del sistema di inseguimento di DJI, con obstacle avoidance attiva e più veloce ri-agganciamento in caso di perdita del soggetto.
  • Point of Interest 3.0: impostate un percorso di volo automatizzato attorno ad uno specifico soggetto, ora con la possibilità di seguire dinamicamente persone, veicoli o altro.

La sicurezza è garantita dal sistema anti-collisione che consente a Mavic Air 2 di percepire l’ambiente su tre direzioni (avanti, dietro e in basso). Una luce ausiliaria a LED migliora la capacità di rilevare gli ostacoli. Il sensore frontale promette una precisione del rilevamento sino a 22 metri, quello posteriore sino a 23,6 metri. Il drone è dotato del sistema di pilotaggio assistito APAS 3.0 che rispetto alle precedenti versioni migliora la capacità di aggirare gli ostacoli e di pianificare automaticamente il volo.

Mavic Air 2 è primo drone DJI con AirSense: una tecnologia (ADS-B) che avvisa il pilota in caso di aerovelivoli vicini (elicotteri, aeroplani), mostrando anche la loro posizione sullo schermo del controller.


Radiocomando

Il radiocomando è stato completamente ridisegnato, con un designnuovissimo per la serie Mavic. È meno compatto di prima, ma adesso lo smartphone viene a trovarsi nella parte superiore e non in quella inferiore! Il live view, ovvero il flusso video trasmesso allo smartphone, arriva in full HD a 30 fps, con un bitrate massimo di 40Mbps. Considerando che vedrete il tutto su uno smartphone, questa qualità mi sembra più che adatta!

Anche la famosa app DJI Fly è stata rivisitata: l’interfaccia di pilotaggio è più semplice e chiara e le funzioni di editing sono state potenziate, per permettervi rapide modifiche in post-produzione.

Uscita e Prezzo

Mavic Air 2 sarà disponibile da metà maggio a 849€ per la versione standard, con drone, una batteria, radiocomando e cavi. La versione Fly More combo, che comprende in più una borsa da spalla, filtri ND, stazione di ricarica e tre batterie, costa 1.049€.

Per ora è prenotabile sul sito ufficiale DJI con spedizione dal 14 maggio!

A proposito di: Giacomo

Classe 1994, Siciliano DOC, è il fondatore del network Portale Delle Offerte. Da sempre appassionato di tecnologia e Web tanto da farne il proprio lavoro. Da diversi anni infatti si occupa di Web Design e Digital Marketing

Lascia un commento