restrizioni amazon
restrizioni amazon

Amazon presto tornerà a ricevere i prodotti non essenziali all’interno dei propri magazzini: lo ha dichiarato alla CNBC un portavoce dell’azienda, nel tentativo di dare il via ad un processo che riporterà il colosso dell’e-commerce alla normalità.

Si tratta del primo allentamento delle misure annunciate a fine marzo che prevedevano – anche sul mercato italiano – priorità massima ai “prodotti di prima necessità” (tra questi: alimentari, prima infanzia). Il portavoce ha affermato che l’approvvigionamento dei magazzini avverrà in maniera graduale: i prodotti dovranno infatti essere inviati dai venditori terzi ai magazzini di Amazon in quantità limitate al fine di non mettere in pericolola salute dei dipendenti e per consentire alla piattaforma di e-commerce di continuare comunque a dare la priorità ai prodotti essenziali.

Questa riapertura – permetterà a milioni di venditori di terze parti di tornare a vendere i loro prodotti direttamente tramite la logistica di Amazon dopo le forti limitazioni imposte nel periodo di picco della diffusione del coronavirus. In questo periodo, infatti, i commercianti terzi hanno continuato a vendere la loro merce sulla piattaforma, senza tuttavia usufruire dell’opzione “spedito da Amazon” (in altre parole, i prodotti spediti ai clienti non partivano dai magazzini Amazon).

Intanto, Amazon ha comunicato un ulteriore ampliamento del proprio personale: l’azienda di Jeff Bezos assumerà altri 75 mila lavoratori, che si aggiungono agli oltre 100.000 dipendenti assunti dall’inizio dell’emergenza Covid-19.

Oggi, siamo orgogliosi di annunciare che il nostro impegno iniziale di 100.000 posti di lavoro è stato raggiunto e che i nuovi dipendenti stanno già lavorando presso le sedi in gli Stati Uniti. Continuiamo a vedere un aumento della domanda mentre i nostri team supportano le loro comunità, e continueremo ad assumere, creando altri 75.000 posti di lavoro per aiutare a servire i clienti in questo periodo di tempo senza precedenti. I candidati interessati possono fare domanda all’indirizzo www.amazon.com/jobsnow.